Insonnia psicofisiologica

E’ un’insonnia generata da stress emotivi. Ma attenzione: questi stress non provocano, come avviene negli individui normali, una perturbazione temporanea del sonno, bensì scatenano, in individui predisposti, una serie di reazioni interne. Il risultato finale è che l’insonnia si instaura e persiste indipendentemente dai fattori che l’hanno innescata.

Le occasioni possono essere tante: il lavoro, la famiglia, la disoccupazione, la separazione, la vedovanza, un trauma. In queste persone, un insieme di fattori personali (psicologici, genetici, eSistenziali) concorrono a sviluppare una spirale in cui ansia e insonnia si rafforzano a vicenda. Questi meccanismi, naturalmente, sono ben lontani dall’essere chiariti, soprattutto quelli che portano a sregolare nel cervello i ritmi del sonno. Gli specialisti hanno osservato, comunque, che a questo tipo di insonnia sono predisposti quei soggetti che reagiscono in modo eccessivo a certi eventi della vita (a volte anche eventi non particolarmente gravi), con un aumento anomalo della tensione muscolare, della vasocostrizione, del metabolismo, ecc., cioè con sintomi tipici di una situazione di «allarme». Nei Centri del Sonno negli Stati Uniti, il 15 per cento degli insonni esaminati presenta queste caratteristiche (in Italia poco meno). è un tipo di insonnia che compare di solito nei giovani adulti, tra i 20 e i 30 anni; è più frequente nelle donne e peggiora con l’età, fino a diventare cronica.

Nessun commento

Non c'è ancora nessun commento.

RSS feed dei commenti a questo articolo. TrackBack URI

Lascia un commento

*

Insonnia Rimedi is powered by Wordpress | WordPress Themes